Argenti senesi
A Siena l'evento di presentazione.

Nella prestigiosa location della Chiesa di San Raimondo al Refugio in Siena, venerdì 1 febbraio è stato presentato il volume Argenti senesi, dal 1781 all'unità d'Italia. Scritto dal professor Paolo Torriti dell'Università di Siena, il libro è introdotto dalla prefazione di Giovanni Raspini, che ha partecipato in modo attivo alla sua realizzazione

Il brand Giovanni Raspini promuove da sempre iniziative culturali, legate alla tutela e conservazione del territorio, al cinema e alla fotografia, al comparto eno-gastronomico, ma la grande passione del suo fondatore è per le argenterie e oreficerie antiche, legata ai suoi anni giovanili e alla scelta che lo portò a diventare designer di gioielli. 

“Io sono solo il promotore dell’iniziativa”, dichiara Raspini. “Ma il merito va tutto al professor Paolo Torriti che ha svolto un’attività di indagine con rigore e passione. Nelle opere di due secoli fa si riconoscono le tracce ed i segni delle lavorazioni che in azienda si eseguono tutti i giorni, anche se si progettano e realizzano gioielli moda di assoluta contemporaneità. Il nostro sguardo è rivolto al futuro, ma le radici sono nella grande tradizione toscana”.