“Dante ci guarda” in mostra a Firenze
La nuova opera di Giancarlo Fulgenzi e Giovanni Raspini.

Giovedì 8 ottobre, nella prestigiosa sala liberty del Westin Excelsior in piazza Ognissanti a Firenze, si è svolta l'inaugurazione della mostra Dante ci guarda, l’opera scultorea di Giancarlo Fulgenzi e Giovanni Raspini. La scultura rimarrà in esposizione negli spazi dell’hotel fino a martedì 10 novembre.

Dante ci guarda è un'opera allegorica, realizzata in bronzo mediante l'antica tecnica della fusione a cera persa, voluta e creata dai due artisti toscani. Manufatto scultoreo di grande impatto visivo, Dante ci guarda nasce con l'intento di celebrare le bellezze, i valori, la socialità e il lavoro in terra di Toscana, ovvero il Genius Loci di un microcosmo naturale ed umano conosciuto in tutto il mondo. Significativi i soggetti iconografici come gli elementi del paesaggio toscano (case leopoldine, cipressi, vigne, il bosco, eccetera), una scena di antica osteria, la bottega del beccaio (il macellaio), quella del falegname, del fabbro e dello scultore, ma anche momenti della cultura e della toscana contemporanea come la rappresentazione del set cinematografico del film La pazza gioia di Paolo Virzì. Il Sommo Poeta sovrasta la scultura, conferendo senso e unità alla vita che passa sotto i suoi occhi.

Giancarlo Fulgenzi e Giovanni Raspini dedicano l'opera a Dante, inserendosi nel filone delle celebrazioni del Settecentesimo anniversario dalla morte.